Il Salone del Camper edizione 2019 torna a crescere

Certo, se leggi questo post sei interessato al mio personalissimo punto di vista, quello di un rivenditore che opera nel settore da molti anni ed ha vissuto varie evoluzione del mercato e de Il Salone del Camper.

Come ogni anno sto partecipando a questa interessante manifestazione con i miei collaboratori per accogliere i visitatori presso gli stand Caravans International, Knaus e Caravelair.

La mia sensazione è che l’affluenza sia aumentata rispetto gli anni scorsi, abbiamo però notato una presenza più scarsa di visitatori vicentini.

Nel mondo camper possiamo certamente asserire che i mezzi sono sempre più equipaggiati e raffinati proseguendo su una strada che volge verso il lusso offrendo mezzi ottimizzati ma con prezzi che per molti risultano inaccessibili.

StandCI

Già dallo scorso anno abbiamo scelto di raccontare ai nostri clienti come è vista la caravan in Europa per porla come valida alternativa egualmente funzionale ma più economica.
Anche a Il Salone del Camper abbiamo voluto portare la nostra visione di questo mezzo e a conferma della nostra intuizione stiamo riscontrando una tendenza alla scelta della caravan.
Se c’é un po’ di curiosità consigliamo di leggere l’articolo che abbiamo pubblicato all’indirizzo www.ercoletempolibero.it/caravan.

camperL’età media dei visitatori de Il salone del Camper si é abbassata, più spesso le persone a cui piace viaggiare possono permettersi una nuova caravan ma per avere un camper devono optare per l’usato, questo perché il suo costo rappresenta oggi uno dei motivi principali per cui non è scelto.

Oltre a un discreto passaggio dal camper alla roulotte stiamo riscontrando un interesse sempre più incalzante per i van (se ne possono trovare per tutte le tasche), fino a scegliere semplicemente gli allestimenti per i furgoni che permettono di rendere abitabile una semplice auto a 5/7 posti.
A mio avviso questa è una nuova tendenza che conquisterà i giovani i quali non sembrano più interessati al camper classico, lo si denota da un calo delle vendite degli usati in molte zone della penisola.

Dai più giovani fino ai 50/55 anni sembrano preferire i furgoni attrezzati.
Nel mercato ci sono già aziende che producono tetti a soffietto e accessori per l’allestimento a prezzi davvero accessibili.
Vedo molto interesse per tutto ciò che ruota intorno al furgonato, moduli in legno per allestimenti interni,  maggioline copiate dall’originale a prezzi inferiori, portabici di progettazione tedesca davvero accattivanti, cappotti termici per tetti a soffietto o maggioline, il tutto sviluppato con criteri che promuovono la semplicità.

Un’altra piccola curiosità, si inizia a parlare dell’idea del noleggio a lungo termine anche dei camper, così come già avviene nel mercato delle automobili ma al momento sono solo idee e probabilmente di difficile concretizzazione, io ne approfitto per ricordare che per chi vuole fare esperienze non continuative c’é sempre la possibilità di noleggiare il camper, occasione anche per testarlo.

Fino a domenica saremo presso gli Stand de Il Salone del Camper a Parma per presentare i modelli 2020 di camper CI e caravan Knaus e Caravelair poi continueremo ad essere a disposizione di chi vuole parlare di plein air presso il punto vendita di Dueville con mezzi nuovi, interessanti usati e la possibilità di noleggio.

Andrea Ercole

Per qualsiasi informazione scrivi a: camper@ercoletempolibero.it

Turismo e Outdoor: Il punto

C’eravamo anche noi alla manifestazione fieristica di febbraio a Parma, era possibile trovarci presso lo stand Caravans International e Knaus. Nei 4 giorni di esposizione abbiamo avuto modo di osservare la prima edizione di “Turismo e Outrdoor“.

Un evento che purtroppo per noi espositori e forse anche per i visitatori, si è rivelato al di sotto delle aspettative.

La nostra presenza presso il lo stand CI
La nostra presenza presso il lo stand CI

Il tutto è iniziato giovedì 15 con una scarsa presenza di pubblico poi, non si è capito bene il perché, solo venerdì si sono aperte le porte del padiglione dedicato alla bicicletta e sabato è stata la volta del padiglione dedicato al golf che inspiegabilmente è rimasto aperto anche nella giornata di lunedì (mentre tutto il resto si è concluso domenica).
Tutto questo ha forse disorientato anche il pubblico, ma la sensazione è che a Turismo e Outdoor non sia riuscito appieno il sodalizio tra mondo outdoor e quello dei veicoli ricreazionali.

Molti sono stati i visitatori di zona, soprattutto incuriositi dal nuovo evento, sono mancati però i visitatori delle altre regioni italiane forse non attirati da una corretta comunicazione, davvero pochi sono stati coloro che hanno scelto di passare a “Turismo e Outdoor” perché realmente interessati ad acquistare o quantomeno richiedere informazioni per un camper o una caravan.

La nostra presenza presso il lo stand Knaus
La nostra presenza presso il lo stand Knaus

Domenica si è differenziata per il flusso di visitatori un po’ più corposo, ma la sensazione, per lo meno nei padiglioni dedicati ai mezzi ricreazionali, è che l’interesse all’offerta dei veicoli sia stata davvero bassa.

Girando per “Turismo e Outdoor” abbiamo riscontrato molti spazi espositivi vuoti e mal distribuiti, scarso il padiglione dedicato alle bici e all’outdoor, buona l’esposizione di camper e caravan e l’esposizione dedicata al golf.

Ci piace pensare che l’intento per le prossime edizioni sia quello di evidenziare la correlazione tra gli sport outdoor e l’utilizzo di camper o caravan per viverli appieno dando però alla parte dedicata ai veicoli una valenza che più si avvicini alla fiera di settembre perché gli interessati abbiano un nuovo punto di riferimento per concretizzare la loro idea di vacanza e sport all’aria aperta.

Questa tendenza è pienamente appoggiata dalla nostra azienda che ha sempre creduto e potenziato il binomio outdoor e veicolo ricreazionale ottenendo negli anni sempre maggior successo.

Oltre ai camper nuovi, usati o a noleggio, con un servizio di assistenza specializzata e un vasto reparto di accessori da campeggio, siamo specializzati in sport in quota come il trekking, l’arrampicata, lo sci alpinismo, alpinismo e la corsa e quelli acquatici come canoa e sup, lo snorkeling, la pesca subacquea, il nuoto e la navigazione, ma non solo perché nel nostro concetto di TEMPO LIBERO rientrano anche le piscine fuori terra, i mobili per l’arredo giardino, il casalingo per gli amanti della cucina e dell’intimità di casa propria ed un reparto neonato specializzato nella sicurezza durante il trasporto visto lo spirito dinamico degli amanti dell’outdoor.